Facebook Pixel
Sabato 4 Febbraio 2023, ore 12.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse caute in attesa delle banche centrali

Corrono le quotazioni di gas su proposta Commissione Ue price cap e minacce Gazprom

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Si muovono in ordine sparso le principali borse di Eurolandia mentre tra gli investitori cresce l'attesa per le minute delle Federal Reserve che verranno diffuse in serata. Gli addetti ai lavori scommettono un rallentamento della stretta monetaria dopo le parole della funzionaria Fed, Loretta Mester che si è detta intenzionata a valutare una riduzione dell'entità dei rialzi del costo del denaro. Nel frattempo sono arrivate indicazioni confortanti dagli indici PMI dell'Eurozona, con segnali di rallentamento dei prezzi. C'è attesa anche per i verbali di politica monetaria della BCE.

Sul mercato valutario, sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,032. L'Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.738,7 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un guadagno frazionale dello 0,79%.

Torna a scendere lo spread, attestandosi a +187 punti base, con un calo di 4 punti base,mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 3,86%.

Nello scenario borsistico europeo si muove in modesto rialzo Francoforte, evidenziando un incremento dello 0,07%, bilancio positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,52%; trascurata Parigi, che resta incollata sui livelli della vigilia. Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,23%.


In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+5,54%), Prysmian (+2,30%), ENI (+1,81%) e Banca Mediolanum (+0,76%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su A2A, che prosegue le contrattazioni a -3,00%.

Sotto pressione Enel, con un forte ribasso dell'1,94%.

Soffre Pirelli, che evidenzia una perdita dell'1,66%.

Contrazione moderata per Stellantis, che soffre un calo dell'1,10%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Saras (+5,24%), Salcef Group (+1,50%), Wiit (+1,31%) e Tod's (+1,26%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Intercos, che prosegue le contrattazioni a -2,21%.

Preda dei venditori Sesa, con un decremento dell'1,68%.

Sottotono Brunello Cucinelli che mostra una limatura dell'1,15%.

Deludente Tinexta, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Tra i dati macroeconomici rilevanti:

Mercoledì 23/11/2022
10:00 Unione Europea: PMI manifatturiero (atteso 46 punti; preced. 46,4 punti)
10:00 Unione Europea: PMI composito (atteso 47 punti; preced. 47,3 punti)
10:00 Unione Europea: PMI servizi (atteso 48 punti; preced. 48,6 punti)
14:30 USA: Ordini beni durevoli, mensile (atteso 0,4%; preced. 0,4%)
14:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 225K unità; preced. 222K unità).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.