Facebook Pixel
Domenica 29 Gennaio 2023, ore 23.36
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mercati in stand-by. Tonica Piazza Affari

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Giornata all'insegna della cautela per i listini azionari europei. Ottima invece la performance di Piazza Affari, che prende un largo vantaggio rispetto al resto d'Europa. Nessun movimento particolare nemmeno dopo la pubblicazione degli indici PMI da parte di S&P Global. Secondo le indicazioni della ricerca, l'inizio del 2023 ha indicato un marginale aumento dell'attività economica nell'Eurozona, accennando un ritorno alla crescita dopo sei mesi consecutivi di declino. Inoltre, la fiducia è balzata in alto indicando un forte miglioramento delle prospettive di attività nei prossimi dodici mesi, mentre gli ordini mostrano un tasso di contrazione ridotto.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,087. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 80,32 dollari per barile, con un calo dell'1,60%.



Scende lo spread, attestandosi a +180 punti base, con un calo di 4 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento del 3,92%.

Tra i listini europei Francoforte è stabile, riportando un moderato -0,07%, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,23%, e bilancio positivo per Parigi, che vanta un progresso dello 0,26%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,24%, mentre, al contrario, rimane intorno alla linea di parità il FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 28.079 punti.

Poco sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap (-0,29%); con analoga direzione, sotto la parità il FTSE Italia Star, che mostra un calo dello 0,28%.

Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,37 miliardi di euro, in calo di 341,3 milioni di euro, rispetto ai 1,71 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 0,49 miliardi di azioni, rispetto ai 0,56 miliardi precedenti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Intesa Sanpaolo (+2,05%), Unicredit (+1,50%), BPER (+1,43%) e Banco BPM (+1,27%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Saipem, che ha chiuso a -3,35%.

Si concentrano le vendite su ENI, che soffre un calo dell'1,53%.

Contrazione moderata per Fineco, che soffre un calo dell'1,32%.

Sottotono Tenaris che mostra una limatura dell'1,26%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Ariston Holding (+2,58%), ENAV (+2,10%), GVS (+1,69%) e Credem (+1,31%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Technogym, che ha archiviato la seduta a -4,44%.

Vendite su MARR, che registra un ribasso del 2,62%.

Seduta negativa per Bff Bank, che mostra una perdita del 2,42%.

Sotto pressione Tinexta, che accusa un calo dell'1,70%.

Tra le grandezze macroeconomiche più importanti:

Martedì 24/01/2023
01:30 Giappone: PMI manifatturiero (atteso 49,4 punti; preced. 48,9 punti)
10:00 Unione Europea: PMI composito (atteso 49,8 punti; preced. 49,3 punti)
10:00 Unione Europea: PMI servizi (atteso 50,2 punti; preced. 49,8 punti)
10:00 Unione Europea: PMI manifatturiero (atteso 48,5 punti; preced. 47,8 punti)
15:45 USA: PMI composito (preced. 45 punti).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.