Facebook Pixel
Giovedì 5 Ottobre 2023, ore 02.04
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari in ribasso zavorrata dalle banche. Sulla parità l'Europa

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Seduta debole per le Borse europee, con gli investitori che attendono i verbali della riunione di politica monetaria della Federal Reserve per avere nuovi indizi sulla traiettoria dei tassi di interesse. Spicca la performance negativa di Piazza Affari, zavorrata dalle banche, che hanno un grande peso nel principale indice di Borsa Italiana. Dopo i grandi rialzi del settore da inizio anno, sulle banche sono scattate le vendite in tutta Europa.

A Milano spiccano i rialzi di TIM, con il fondo KKR che ha esteso l'offerta non vincolante per la rete su richiesta del governo e in attesa della controfferta da CDP-Macquarie, e Stellantis, dopo i risultati del secondo semestre sopra le attese del mercato e l'annuncio a sorpresa del buyback.

Seduta in frazionale ribasso per l'Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,23%. L'Oro è sostanzialmente stabile su 1.833,6 dollari l'oncia. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 74,68 dollari per barile, in forte calo del 2,20%.

Lieve peggioramento dello spread, che sale a +186 punti base, con un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 4,33%.



Nello scenario borsistico europeo sostanzialmente invariato Francoforte, che riporta un moderato +0,01%, piccola perdita per Londra, che scambia con un -0,68%, e resta vicino alla parità Parigi (-0,13%).

Scambi in ribasso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dell'1,12% sul FTSE MIB, portando avanti la scia ribassista di quattro cali consecutivi, avviata venerdì scorso; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che chiude a 29.642 punti. Variazioni negative per il FTSE Italia Mid Cap (-0,78%); con analoga direzione, sotto la parità il FTSE Italia Star, che mostra un calo dello 0,53%.

Nella Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,32 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 2,18 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest'oggi sono passati da 0,7 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,69 miliardi.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, buona performance per Telecom Italia, che cresce del 2,79%. Sostenuta Stellantis, con un discreto guadagno del 2,21%. Buoni spunti su Interpump, che mostra un ampio vantaggio dell'1,67%. Ben impostata Amplifon, che mostra un incremento dell'1,59%.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Fineco, che ha terminato le contrattazioni a -4,77%. Pessima performance per BPER, che registra un ribasso del 4,39%. In rosso Tenaris, che evidenzia un deciso ribasso del 3,14%. Spicca la prestazione negativa di Intesa Sanpaolo, che scende del 3,00%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Intercos (+2,70%), SOL (+2,01%), Danieli (+1,05%) e ENAV (+1,04%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Banca MPS, che ha chiuso a -4,84%. Luve scende del 3,40%. Calo deciso per Maire Tecnimont, che segna un -3,22%. Sotto pressione Ariston Holding, con un forte ribasso del 2,74%.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.