Facebook Pixel
Milano 12:41
34.368,7 -0,29%
Nasdaq 23-mag
18.623,39 0,00%
Dow Jones 23-mag
39.065,26 -1,53%
Londra 12:41
8.304,53 -0,42%
Francoforte 12:41
18.625,27 -0,35%

Intermonte, utile 2023 scende a 3,7 milioni di euro. Payout ratio superiore al 100%

Banche, Finanza
Intermonte, utile 2023 scende a 3,7 milioni di euro. Payout ratio superiore al 100%
(Teleborsa) - Intermonte Partners SIM, investment bank indipendente quotata su Euronext Growth Milan, ha registrato un calo dei ricavi netti del 13,6% nel 2023, raggiungendo 32,5 milioni di euro (37,6 milioni di euro nel FY2022) ed evidenziando una crescita dell'8,2% YoY nel secondo semestre 2023 rispetto al calo del 30,4% registrato nel primo semestre. I costi, al netto di oneri non ricorrenti, sono leggermente calati a 26,7 milioni di euro (26,8 milioni di euro nel FY2022) evidenziando un Cost Income recurring dell'82,3% (87,2% inclusi gli oneri non ricorrenti). L'utile netto consolidato adjusted è in calo del 47% a 3,7 milioni di euro rispetto al 2022.

Il Consiglio di Amministrazione proporrà all'Assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo per azione di 0,26 euro, invariato rispetto all'esercizio precedente e con un payout ratio superiore al 100% dell'utile netto consolidato, grazie alle riserve e alla solidità patrimoniale del Gruppo.

"Intermonte ha chiuso il 2023, anno estremamente sfidante per il nostro settore, evidenziando un'ottima capacità di reazione al contesto e consuntivando un buon recupero dei ricavi nel secondo semestre, dopo il marcato calo dei primi sei mesi - ha commentato l'AD Guglielmo Manetti - Nonostante il quadro complicato, la società ha consolidato il proprio posizionamento competitivo, mantenendo la solidità patrimoniale del Gruppo, tra le più alte nel settore finanziario (IFR ratio oltre 473%), e proponendo agli azionisti la distribuzione di un dividendo in linea con quello dello scorso anno".

"L'esposizione a diversi segmenti e strategie di mercato e` stata la chiave per il recupero, nella seconda parte dell'anno, dell'Area Markets, che comprende le divisioni Sales & Trading e Global Markets - ha spiegato - L'Investment Banking ha visto un recupero dei ricavi nel secondo semestre, soprattutto nell'area M&A, mentre la DD&A, la Divisione Digitale di Intermonte che si rivolge a piattaforme retail, aziende e consulenti finanziari, nello stesso periodo ha mantenuto una crescita costante. Nei primi due mesi del 2024, accelera il trend di miglioramento dell'Area Markets, che mostra una crescita double digit anche rispetto ai primi due mesi del 2022, in particolare per la componente di ricavi Client Driven. Inoltre, la forte pipeline dell'Investment Banking e una forte accelerazione della crescita della DD&A ci rendono ottimisti verso un miglioramento dei risultati rispetto al 2023, accompagnato dalla graduale normalizzazione dello scenario di business rispetto all'anno passato".
Condividi
```