Facebook Pixel
Milano 17:35
33.609,85 -2,18%
Nasdaq 18:41
19.513,41 +0,25%
Dow Jones 18:41
38.474,07 -0,62%
Londra 17:35
8.163,67 -0,63%
Francoforte 17:35
18.265,68 -1,96%

Mercati deboli. Madrid in ribasso con rosso BBVA

Commento, Finanza, Spread
Mercati deboli. Madrid in ribasso con rosso BBVA
(Teleborsa) - Seduta debole per le Borse europee, dove spicca il ribasso dell'IBEX 35 spagnolo a causa del ribasso di BBVA post conti. Pochi gli spunti, in attesa delle trimestrali di importanti società, di significativi appuntamenti macro e della riunione della Fed. Sul fronte macroeconomico, l'inflazione spagnola è risultata leggermente inferiore alle attese degli analisti nel mese di aprile 2024, anche se in crescita; a marzo il commercio estero italiano extra-Ue ha registrato un avanzo di 5,603 miliardi di euro rispetto al surplus di 4,161 miliardi di un anno prima.

Tra i maggiori annunci societari, BBVA ha detto di prevedere una crescita a due cifre dell'utile per l'intero anno, Vivendi ha detto che è in corso lo studio di fattibilità per una scissione e ha comunicato di aver registrato un balzo dei ricavi nel 1° trimestre, Philips ha chiuso il primo trimestre in rosso con il pagamento di 1,1 miliardi di dollari per la controversia Respironics, Deutsche Bank ha annunciato un accantonamento da 1,3 miliardi di euro per il contenzioso Postbank.

In Italia, Amplifon ha annunciato di aver completato l'acquisizione di due aziende, Hearing Instruments e Precision Hearing Aid, di proprietà di uno dei principali franchisee di Miracle-Ear a cui fanno capo circa 35 negozi negli Stati Uniti.

L'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,072. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,14%. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,21%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +131 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 3,81%.

Tra i listini europei nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,48%, e incolore Parigi, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente.

Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 34.212 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 36.395 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,33%); come pure, leggermente positivo il FTSE Italia Star (+0,4%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo A2A (+3,85%), Nexi (+1,86%), DiaSorin (+1,85%) e ERG (+1,28%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Unicredit, che prosegue le contrattazioni a -1,44%. Piccola perdita per Banco BPM, che scambia con un -1,25%.Tentenna Banca MPS, che cede lo 0,78%. Sostanzialmente debole Intesa Sanpaolo, che registra una flessione dello 0,69%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Alerion Clean Power (+6,11%), D'Amico (+5,59%), Webuild (+3,16%) e IREN (+3,02%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su The Italian Sea Group, che ottiene -2,55%. Si muove sotto la parità Mondadori, evidenziando un decremento dell'1,11%. Contrazione moderata per BFF Bank, che soffre un calo dello 0,99%.Sottotono Ferragamo che mostra una limatura dello 0,95%.
Condividi
```