Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 11 Novembre 2019, ore 23.48
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Flussi

I meriti e i rischi dei buy-back

Alessandro Fugnoli
Alessandro Fugnoli
Strategist ed esperto in economia, fa parte dal 2010 del team Kairos Partners SGR come responsabile de "Il Rosso e il Nero"
1 2 3 »
Oggi facciamo un po' di riduzionismo. Riduzionismo è, ad esempio, dire che tutto ciò che è antropologico è in realtà biologico, che tutto ciò che è biologico è in realtà biochimico, che il biochimico è solo un modo di essere del chimico, che è a sua volta solo uno dei modi di manifestarsi del fisico. Il fisicalismo, sostenere che tutto è fisico, anche quando ci innamoriamo e componiamo un sonetto, regna sovrano nel mainstream scientifico globale. Tutto bene, salvo che poi bisogna ricorrere all'escamotage dell'emergentismo (una sorta di teorizzazione del miracoloso) quando si tratta di fare il percorso inverso e spiegare il nascere del biologico dal fisico o del mentale dal biologico.

E dunque, almeno per oggi, non stiamo a spremerci le meningi sul sentiment (il mentale) o sulla politica monetaria o fiscale (il culturale), ma andiamo sull'idraulico, liquidità e flussi, e facciamo i fisicalisti anche noi. Alla fine conta di più quanto denaro rincorre i titoli e quanti titoli sono disponibili per il denaro rispetto all'ermeneutica dei comunicati del Fomc.

Sulla liquidità l'analisi non è difficile. Dopo la breve stagione della tentata (e fallita) normalizzazione del 2017-2018, la liquidità globale è tornata a crescere ben più del Pil nominale ed è programmata per continuare a farlo per una fase che si preannuncia lunga. In America è in corso un affascinante dibattito filosofico sulla natura dei nuovi interventi della Fed a sostegno del mercato interbancario della liquidità, ovvero sul fatto che le banche, invece di prestarsi i soldi tra loro, si rivolgono alla Fed, che ne crea di nuovi alla bisogna. È Quantitative easing o non lo è? Al riduzionista poco importa, un dollaro, nel suo mondo, è sempre un dollaro.

Passando dalla liquidità ai flussi, ovvero dall'oceano alle correnti che lo attraversano, sappiamo ormai tutti che il più grande e aggressivo compratore di azioni, negli ultimi anni, è il mondo delle società. L'acquisto di azioni proprie continua anche su questi livelli di mercato per varie ragioni che andiamo a esaminare.
1 2 3 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.