Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 17 Novembre 2019, ore 10.46
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

UE: i lupi con la pelle d'agnello

Gualtieri a via XX Settembre e Gentiloni a Bruxelles

Guido Salerno Aletta
Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa
1 2 3 »

La mimesi è una ricetta invariabile, in natura.

I predatori si dissimulano, assumendo sembianze poco aggressive per non impaurire le vittime.

Le prede, a loro volta, cercano di sottrarsi alla cattura confondendosi con l'ambiente circostante.

Tra la Commissione europea sono anni di conflitto continuo, più o meno violento, sulla questione del deficit pubblico e del debito che cresce inarrestabile. E sono continue le minacce di aprire una procedura di infrazione.

Bruxelles è vissuta da molti italiani come la capitale di una potenza di occupazione, l'Unione europea, che viola di continuo la nostra sovranità. Ci sono, naturalmente, tanti altri italiani che la pensano diversamente: non c’è alternativa all'austerità, un male necessario. L'ancoraggio all'Europa ci salverà dai nostri vizi.

Il fatto è che vedersi continuamente rimbrottati da un Commissario agli Affari economici che parla un'altra lingua, e che talora ha un cognome straniero impronunciabile, acuisce il senso di insofferenza.

Vedere continuamente messo all'angolo il nostro Ministro dell'Economia mortifica ciò che rimane dell'orgoglio nazionale: deve rispondere entro 48 ore, o le sanzioni saranno pesanti.
1 2 3 »
Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.