Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Sabato 20 Gennaio 2018, ore 17.58
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mercati prudenti guardano alle banche centrali

Appuntamento con Federal Reserve e BCE

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Partenza all'insegna della cautela per le principali borse del Vecchio Continente, con gli investitori in attesa delle decisioni della Federal Reserve, che si concluderà mercoledì dopo una due giorni di lavori, e che potrebbe decidere un aumento dei tassi di interesse statunitensi. Altro appuntamento clou della settimana è con la BCE, giovedì: dal Consiglio direttivo non sono attese nuove decisioni, ma l'Eurotower pubblicherà le previsioni aggiornate su crescita economica e inflazione. I dati verranno illustrati dal presidente Mario Draghi.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,177. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,17%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 58,4 dollari per barile. Ad alimentare gli acquisti è la notizia della chiusura di uno dei principali oleodotti del Mare del Nord.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 135 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all'1,64%.

Tra le principali Borse europee Francoforte è stabile, riportando un +0,02%. Andamento cauto anche per Londra, -0,04%. Poco mossa Parigi, +0,09%. Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 22.677 punti.

Buona la performance a Milano del comparto Petrolifero, che riporta un +0,48% sul precedente, trovando sostegno dai rialzi dei prezzi del greggio. Nel settore, corrono Saipem +0,99%, ENI +0,72% e Tenaris +0,54%.

Il comparto Automotive, invece, si attesta come peggiore del mercato (-0,42%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo anche le utilities come Terna (+0,58%) ed A2A +0,49%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano sulle banche, in particolare UBI Banca, -2,56% e BPER, -1,66%. Bene invece Unicredit +0,91% forte del piano al 2019, annunciato prima dell'avvio del mercato.

Nel lusso, sotto pressione Ferragamo, che accusa un calo dell'1,07%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, OVS (+1,75%) dopo i conti dei primi 9 mesi. Bene inoltre El.En (+1,04%), Zignago Vetro (+0,74%) e Mondadori (+0,51%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Cementir, che continua la seduta con -0,97%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.