Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 12 Dicembre 2017, ore 13.09
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cos'è la Tari e come si calcola

Welfare · 29 marzo 2017 - 11.09
Cos'è la Tari

La Tari è la nuova imposta comunale che si paga sui rifiuti. Introdotta con la legge di stabilità del 2014, questa ha sostituito la Tares e la Tarsu.

Chi è tenuto a pagare la Tari

La Tari deve essere pagata da tutti i soggetti che vantano un diritto reale a qualsiasi titolo su un immobile o un'area che può produrre rifiuti. Anche per gli immobili sfitti, che non producono rifiuti, i proprietari sono tenuti a pagare quest'imposta, in quanto la tassa non prende in considerazione la loro produzione, ma si basa sulla possibilità di produrli.

Tari

Casi di esclusione del pagamento della Tari

Sono esclusi dal pagamento della Tari i nuclei familiari con un reddito complessivo risultante dal modello Isee inferiore a 6 mila euro. Inoltre non sono tenuti a pagare l'imposta i proprietari di immobili sui quali non risulta attivo un contratto di gas, luce ed acqua, in quanto questi vengono classificati come inagibili, terrazzi e sottotetti. Diversi Comuni prevedono ulteriori esenzioni o riduzioni d'imposta, per cui è opportuno visionare il regolamento comunale prima di procedere con il pagamento della tassa.


Come calcolare la Tari

La tassa sui rifiuti è composta da due voci, una che riguarda la quota fissa ed una inerente alla quota variabile. I Comuni ogni anno stabiliscono le tariffe da applicare a seconda della destinazione d'uso, che andranno moltiplicate per i metri quadrati e, nel caso di immobili ad uso residenziale, per il numero di componenti del nucleo familiare.

tari

Riduzione importo Tari

Per le famiglie considerate in difficoltà economica sono previste delle riduzioni d'imposta. In particolare i nuclei familiari con un reddito complessivo risultante dal modello Isee inferiore a 7,5 mila euro hanno diritto ad una riduzione del 50%, mentre famiglie con un reddito Isee inferiore a 9 mila euro hanno diritto ad una riduzione del 30%.


Scadenze per pagare la Tari

La scadenza per il pagamento della Tari varia a seconda del Comune, in quanto ogni amministrazione è libera di stabilire la scadenza dell'imposta e della sua dilazione in diverse rate. La scadenza per il pagamento della tasca in un'unica soluzione è fissata al 16 giugno.

Tari

Modalità di pagamento della Tari

La Tari può essere pagata con modello F24 oppure tramite i bollettini postali precompilati che arrivano con la cartella di pagamento, riportanti anche le singole scadenze di ogni rata.
Le altre guide
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.