Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Sabato 21 Ottobre 2017, ore 23.24
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Guida agli ETF

23 dicembre 2013 - 09.00
« 1 2
Aspetti fiscali

A partire dal 9 aprile 2014, i proventi positivi derivanti dalla compravendita di ETF costituiscono “reddito di capitale”, mentre tutte le eventuali minusvalenze formano un “reddito diverso”.

Sia i proventi positivi che le minusvalenze si calcolano sulla differenza tra prezzo di acquisto ed prezzo di vendita dell'ETF, indipendentemente dal valore del NAV dell'ETF che non è rilevante ai fini fiscali.

Nel caso la posizione è generata sulla base di molteplici acquisti, il prezzo di acquisto sarà calcolato come “prezzo medio ponderato per la quantità”, ossia sulla base dei prezzi di acquisto eseguiti sul mercato e ponderati per le quantità.

I dividendi degli ETF sono considerati “redditi di capitale” e come tale non rilevanti per recuperare eventuali minusvalenze e sono accreditati all'investitore al netto della ritenuta d'imposta.

In sintesi, la tassazione degli ETF diventa quindi uguale a quella dei fondi comuni di investimento.

I proventi positivi degli ETC sono considerati “reddito diverso” e quindi compensabili con eventuali precedenti minusvalenze.

I profitti generati dagli ETF (reddito di capitale e reddito diverso) e dagli ETC (reddito diverso) sono tassati con un'aliquota del 26%.

Tuttavia, agli ETF che hanno una componente obbligazionaria, si applica una tassazione ponderata rispetto alla percentuale dei Titoli di Stato presente nell'ETF stesso.

Quindi, se ad esempio, un ETF è composto al 30% da Titoli di Stato e al 70% da azioni, la parte relativa ai Titoli di Stato verrà tassata al 12,5%, mentre la parte relativa alle azioni verrà tassata al 26%.


Ultimo aggiornamento 15 aprile 2014
« 1 2
Le altre guide
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.