Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 27 Febbraio 2020, ore 11.59
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Arriva il quinto Conto Energia

« 1 2 3 4 »
Il quadro di riferimento europeo
La strategia europea delineata nel cd. Pacchetto clima-energia "20-20-20", delinea uno scenario energetico europeo più sostenibile e sicuro, attraverso la riduzione delle emissioni di CO2, l'aumento del ricorso a energie rinnovabili e la maggior efficienza energetica. L'obiettivo italiano sulle energie rinnovabili derivante da tale pacchetto è pari al 17% del consumo complessivo di energia al 2020. Il Piano d'Azione Nazionale per le energie rinnovabili, adottato nel giugno 2010, scomponeva tale obiettivo nei tre settori principali: calore, trasporti ed energia elettrica, per il quale ultimo settore è stabilito un obiettivo al 2020 pari al 26% del consumo da coprire tramite energia rinnovabile, corrispondente ad una produzione di circa 100 TWh/anno.

Lo stato di avanzamento complessivo del nostro Paese, ai fini del raggiungimento di questo target, è positivo, in quanto al 2010 oltre il 10% dei consumi energetici complessivi è stato coperto mediante fonti rinnovabili, contro l'8,86% del 2009. In particolare, nel settore elettrico l'Italia è in anticipo rispetto agli obiettivi fissati, poiché la capacità installata a fine 2011 era in grado di assicurare una produzione di circa 94 TWh/anno, a fronte dell'obiettivo di produzione di 100 TWh previsto per il 2020.

« 1 2 3 4 »
Altri Speciali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.