Martedì 7 Luglio 2020, ore 20.17
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

La spending review? E' anche domestica

La spending review domestica, come risparmiare senza dover tagliare su hobby, passioni o consumismo vario.

« 1 2 3 4 5 6 »

Percentuale di scontiRisparmiare sulle utenze

Energia elettrica e gas portano via rispettivamente 45 e 62 euro al mese, che alla fine dell'anno diventano quasi 1.300 euro in più.
A dire il vero, questa stima è ormai preistoria perché, oltre a riferirsi al 2011, non tiene conto dei costanti rincari. Negli ultimi 5 anni la spesa media è aumentata di 350 euro e il 2012 sarà un anno da record per gas e luce. Con i nuovi aumenti, le famiglie potrebbero arrivare a spendere quasi 2.000 euro l'anno!

Cosa fare, allora? Prima cosa, cercare di capire se non sia il caso di cambiare profilo di utenza. Il confronto dei servizi presenti sul mercato è un'arma fondamentale in tempi di crisi, eppure spesso si resta ancorati a soluzioni vecchie e care. E' stato calcolato che oltre il 90% le famiglie continua a utilizzare le tariffe stabilite dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas.
Scegliendo, sui tanti calcolatori presenti sul web, la tariffa di luce e gas più adatta all'esigenza della propria famiglia, si può risparmiare il 10% sulla propria bolletta.

Da qualche mese, inoltre, sembra diventato particolarmente conveniente scegliere le tariffe online, che possono essere richieste solo su internet. Le comunicazioni vanno gestite tramite web e la bolletta arriva direttamente alla propria email.
E non si parla di gestori improvvisati, ma di nomi di tutto rispetto quale Enel, E.On, Eni e Edison.
Per esempio, Enel offre un risparmio di circa 120 euro per l'energia rispetto alla propria tariffa "tradizionale", e 180 euro l'anno per il gas.

Uno studio di SuperMoney dimostra che dicendo addio alle bollette cartacee, è possibile risparmiare fin oltre 200 euro all'anno sulle bollette di luce e gas.

Ma non c'è operatore conveniente che possa salvare il bilancio se in casa si continuano a mantenere atteggiamenti e abitudini scorrette, come per esempio lasciare gli elettrodomestici in stand-by. Passando alla modalità "off" è possibile risparmiare fino all'8% dei consumi di energia elettrica.

E poi, è fondamentale spegnere l'illuminazione nelle stanze vuote, utilizzare lampadine a basso consumo che fanno risparmiare l'80% di energia, acquistare elettrodomestici di classe A, abbassare la gradazione della lavatrice, mandare la lavastoviglie a pieno carico, cambiare uno scaldabagno a corrente con uno a gas e ridurre l'uso del climatizzatore. Anche i termosifoni non dovranno creare un ambiente sahariano in casa: basterà un bel maglione di lana e il risparmio sarà assicurato (con tante grazie anche dall'ambiente).
Pochi gesti alla portata di tuti che fanno bene anche all'ambiente, insomma.

« 1 2 3 4 5 6 »
Altri Speciali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.