Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 21 Agosto 2017, ore 04.43
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Maranello 12 marzo 1947: la prima Ferrari col Drake al volante esce dalla nuova fabbrica per un giretto

1 2 3 »

L’ingresso al numero 4 di via Abetone inferiore a Maranello ha conservato l’aspetto di quando, settant’anni fa, il 12 marzo 1947, uscì all’esterno la prima vettura Ferrari, la 125 S. Al volante Enzo Ferrari in persona detto il Drake, ex pilota e neo costruttore, per un breve giro nei vialetti del perimetro del nuovo stabilimento alle porte di Modena.

All’interno oggi è naturalmente tutto cambiato e ora è soprattutto molto più grande. Il complesso Ferrari ha abbondantemente superato i 550 mila metri quadrati di superficie dove si produce direttamente quasi tutto ciò che occorre per la costruzione di un’auto. A eccezione delle scocche e dei telai di acciaio realizzati dallo stabilimento Scaglietti, nella vicina Modena, degli impianti frenanti della Brembo a Dalmine (Bg), delle centraline Bosch e delle gomme.

Al di la della strada, proprio a ridosso dei 2 Km di lunghezza della mitica pista di Fiorano costruita per i collaudi, c’è il GES (Gestione sportiva Ferrari) realizzato nel 1982 e completamente dedicato appunto alla gestione sportiva e naturalmente alla Formula 1. E tra GES e pista, la "casina di campagna", per diversi anni anche residenza italiana di Michael Schumacher quando era impegnato per giorni in qualche sessione di prova. Michael amava appunto vivere a diretto contatto col circuito.

Dal 4 gennaio 2016 la Ferrari è quotata a Piazza Affari. Nel 2016, i ricavi netti si sono attestati a 3,1 miliardi in aumento dell’8,8%. L'utile netto adjusted è pari a 425 milioni di euro, in crescita di 115 milioni (+37%). Per il 2017 il Gruppo stima consegne di 8.400 unità, incluse le supercar e ricavi netti di oltre 3,3 miliardi. Al 31 dicembre 2016, l'indebitamento netto industriale è sceso a 653 milioni di euro dai 797 milioni del 31 dicembre 2015.

La Casa di Maranello il 24 aprile 2017 distribuirà un dividendo ai possessori di azioni ordinarie 0,635 euro per azione, corrispondente alla distribuzione complessiva agli azionisti di circa 120 milioni di euro.

La fabbrica di via Abetone inferiore voluta e realizzata da Enzo Ferrari è stata nel tempo trasformata in un ineguagliabile complesso d’avanguardia dal marchio più prestigioso del mondo, magistralmente orchestrato fin nei più piccoli dettagli dall’Ad Sergio Marchionne, che dedica alla Ferrari ogni attimo libero dai propri impegni in ogni angolo del mondo. Marchionne, per intenderci, controlla anche il grado della tonalità dei colori delle vernici già scelti per tutti i modelli. Non solo i progetti e lo stile delle vetture studiati con 7 anni di anticipo e che faranno tendenza.

Marchionne
1 2 3 »
Altri Speciali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.