Martedì 7 Luglio 2020, ore 20.43
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Sanità più equa e senza sprechi: non è un’utopia

Il sistema sanitario assorbe una larga fetta della spesa pubblica, ma è una piaga che si può sanare rendendo più efficienti i servizi

« 1 2 3
4) Considerando la passione degli italiani per la tecnologia della mobilità, sarebbe realizzabile un sistema di prenotazioni e ritiro degli esami fruibile con smartphone o tablet? Quali vantaggi apporterebbe? E quanto aumenterebbe la soddisfazione degli utenti?

Certamente. Tutte le soluzioni NoemaLife che vanno in questa direzione hanno ottenuto riscontri estremamente positivi.
Già nel 2012 L'Osservatorio ICT in Sanità, della School of Management del Politecnico di Milano ha premiato per la categoria, “Soluzioni per un migliore servizio al cittadino”, il progetto “Referti Mobile” realizzato per l'Ulss 9 di Treviso dalla vicentina Solinfo, società di applicativi e servizi di outsourcing per la Sanità del Gruppo NoemaLife.

Referti Mobile” è un'applicazione che permette appunto la visualizzazione dei referti su dispositivi mobili Smartphone e Tablet. I referti possono essere consultati e salvati direttamente su smartphone o iPad, attraverso l'immissione di codici di accesso per il download (anche attraverso fotocamera e codice Qr), forniti al momento dell'accettazione.

Galileo Portal” è invece la soluzione NoemaLife che hanno scelto, fra gli altri, il Gaslini di Genova, l'asl 1 Imperiese e l'asl 2 Savonese, gli Istituti Regina Elena e San Gallicano di Roma per il ritiro referti direttamente da casa o in mobilità. Si tratta di un portale internet, cui si accede da pc, smartphone o tablet, attraverso l'immissione di credenziali (nome utente, password e codice di controllo) diverse per ogni accesso. Il cittadino che esegue un esame può scegliere al momento dell'accettazione se ritirare il referto cartaceo o utilizzare il servizio via web o mobile attraverso credenziali e codice Qr.

5) Efficienza non è solo uso parsimonioso delle risorse, ma anche corretto utilizzo delle stesse. E vero che il 20-40% degli esami di laboratorio risultano non appropriate? Quali e quanti sprechi si potrebbero evitare con sistemi più efficienti, come Prometeo, il software sviluppato dalla sua società?

Il 70% delle diagnosi mediche dipende da esami di laboratorio ed è vero che percentuali rilevanti (20-40% e oltre) di esami sono richiesti senza motivazione e senza utilità. Gli esami potenzialmente utili, ma non richiesti, possono essere anche di più. La medicina di laboratorio è infatti un costo per la sanità specialmente in fase pre-analitica. Tra le misure previste dai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, è stata annunciata una stretta sull'Appropriatezza: previsti controlli su centinaia di prescrizioni a carico del SSN per verificare la corrispondenza tra prestazioni prescritte e diagnosi.

Il nostro software PROMETEO Appropriatezza, nasce proprio per fornire le funzionalità necessarie per valutare l'appropriatezza di una richiesta di esami per i servizi clinici. NoemaLife ha condotto un'analisi campione sui propri clienti, basata su poche regole universalmente riconosciute (Proteina C reattiva; Emoglobina glicata; Beta HCG; PSA FREE; Elettroforesi proteine siero; HCV), per quantificare i test di laboratorio inappropriati evitabili, calcolati tenendo conto del valore più basso individuato dalla letteratura di riferimento (20%) e ottenuti applicando un coefficiente prudenziale del 75%.

Il risultato ottenuto, proiettato su scala nazionale, arriva ad un risparmio di quasi 60.000.000 di Euro. È facile intuire che implementando un maggior numero di regole (10-15), commisurate alla realtà specifica dell'ospedale e del laboratorio, i risparmi supererebbero facilmente i 100.000.000 di Euro, senza menzionare i vantaggi per i pazienti.


Vedi anche:

Sanità, debiti per oltre 24 miliardi con i fornitori
Ticket al pronto soccorso, sì del ministro Lorenzin
Sanità e l'insostenibile "pesantezza" del ticket

« 1 2 3
Altri Speciali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.