Lunedì 13 Luglio 2020, ore 11.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Banca: portabilità senza stress

La portabilità dei conti correnti è una misura in più a favore del consumatore che potrà trasferire il conto corrente bancario a costo zero e senza stress. E se la banca è inadempiente scatta l'indennizzo.

« 1 2
Direttore addio!

La portabilità era stata riformata nel 2007 dalla legge Bersani, ma presentava ancora diversi punti deboli tanto che l'Antitrust in un'indagine del 2013 confermava quanto fosse bassa la mobilità tra una banca e l'altra. La maggior parte degli italiani infatti continua ad essere fedele al proprio conto e solo l'8% (secondo Il Sole 24 Ore) dei correntisti cambia in nome del risparmio.

A scoraggiare il consumatore, oltre ai tempi di attesa, sicuramente anche l'interminabile numero di pratiche e moduli da compilare che seguono la richiesta da fare presso il vecchio istituto. Da ora in avanti con il “decreto banche”, invece, non dovremo più presentarci allo sportello e dire addio al nostro direttore di banca perché la procedura di trasferimento verrà attivata automaticamente all'apertura del nuovo conto, ma soprattutto con la semplice firma di un modulo di autorizzazione.

Portabilità a costo zero

Altra novità: nessun onere o spesa a carico del consumatore. Questo stabiliscono le nuove norme in fase di trasferimento del conto. Anche le spese di tenuta conto non si pagheranno più, addirittura a partire dalla data del trasloco del conto stesso e coloro che si vedranno costretti a sostenere un costo verranno indennizzati dalla banca.

Un importante progresso se consideriamo che la bassa mobilità in tutti questi anni non ha fatto altro che consentire alle banche di continuare ad applicare costi elevati per la gestione dei conti. Adusbef e Federconsumatori hanno calcolato che la media europea del costo di gestione di un conto con “profilo a bassa operatività” è di 114 euro, mentre gli italiani ne spendono addirittura 321.

Sanzioni per le banche

E non è tutto. In caso di funzionari o dipendenti inadempienti, che non rispettano tempi e procedure, sono previste multe salatissime tra i 5.160 e i 64.555 euro. Inoltre il cliente, in caso di disagio subito nel completamento del passaggio da banca a banca, avrà diritto ad essere rimborsato senza dover necessariamente aprire un contenzioso. L'indennizzo, calcolato “in misura proporzionale al ritardo e alla disponibilità esistente sul conto di pagamento al momento della richiesta di trasferimento”, sarà quantificato dal MEF dopo aver sentito la Banca d'Italia.

« 1 2
Altri Speciali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.