Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 6 Aprile 2020, ore 07.44
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

India: la crisi finanziaria scuote la culla d'Oriente

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 »
Bombay
Il processo di riforme economiche iniziato nel 1991 ha fatto crescere l'India al ritmo del 5% medio annuo ed ha progressivamente spianato la strada del paese al commercio con l'estero, soprattutto con l'apertura del paese verso l'esterno.

Un'apertura verso il mondo che è stata rafforzata anche dalla crescita dell'industria delle tecnologie informatiche, diventata uno dei settori di punta dell'export, fino a diventare competitiva sul mercato globale.

Oggi infatti gli investimenti produttivi stranieri sono presenti in varie forme, diretti o in joint venture. Famose società multinazionali americane, europee e asiatiche, sono presenti in India da più di venti anni con propri stabilimenti industriali.

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 »
Altri Speciali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.