Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 14 Dicembre 2018, ore 10.32
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Notizie dal Forex 19 luglio 2018 - [video]

Approfondimento settimanale sul mercato delle valute a cura dell'Ufficio Studi di Teleborsa

EUR/USD
L'euro perde terreno nei confronti del biglietto verde sulla scia delle parole del presidente Fed, Jerome Powell, sulla solidità dell'economia statunitense. Il banchiere ha confermato il graduale percorso di rialzo tassi di interesse negli Stati Uniti. Il cross eur/usd scambia a 1,1595 dollari, con la prima area di supporto vista a 1,1560.

USD/YEN
Il biglietto verde si mostra in vantaggio sullo yen e scambia a 113,03 con un miglioramento verso la prima area di resistenza stimata a 113,26. A fare da assist alla valuta americana, contribuisce l'ottimismo del governatore Fed, Powell, sulla crescita economica americana. Il governatore ha inoltre minimizzato i rischi per l'economia USA di una escalation delle tensioni commerciali.

GBP/USD
La sterlina è in forte deprezzamento nei confronti del biglietto verde e viaggia a 1,2973 dollari. Un peggioramento del cable potrebbe aprire al primo livello di supporto stimato a 1,2925. Ad appesantire la valuta inglese, sono i timori degli investitori per la gestione del piano “soft” per la Brexit da parte della premier Theresa May, dopo le dimissioni di due ministri chiave più euroscettici. L'inflazione debole, poi, rende meno probabile una stretta sui tassi il prossimo mese.

EUR/YEN
L'euro frena leggermente nei confronti dello yen. Il cross scambia a 131,07 con la prima area di supporto vista a 130,81. Dai verbali dell'ultimo meeting BCE è arrivato un chiaro segnale espansivo, mentre prima della loro diffusione circolavano rumors su possibili divergenze all'interno del board, in relazione al rialzo dei tassi. Dalle minute, è emersa, infatti, piena unanimità in seno al Consiglio direttivo sull'exit strategy.
Altri Video