Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 19 Novembre 2018, ore 03.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Notizie dal Forex 16 novembre 2017 - [video]

Approfondimento settimanale sul mercato delle valute a cura dell'Ufficio Studi di Teleborsa

EUR/USD
L'euro si riporta in area 1,18 dollari, per la prima volta in tre settimane. Sul sentiment degli investitori prevale l'ottimismo per il futuro del blocco, dopo i solidi dati economici che hanno beneficiato soprattutto della locomotiva tedesca. Il PIL della Germania è salito oltre attese, ma è stato forte anche il dato dell'area euro in generale. La valuta scambia a 1,1773 dollari con il primo livello di resistenza visto a 1,1797.

USD/YEN
Il dollaro perde terreno sullo yen nell'ultima settimana e quota a 113,03. Il primo livello di supporto è visto in area 112,73. La valuta statunitense risente delle difficoltà dei repubblicani e dell'amministrazione Trump nel portare avanti i propositi di riforma fiscale negli Stati Uniti.

GBP/USD
Sterlina tonica sul biglietto verde viaggia a 1,3198 dollari, messa a dura prova dalle vicende della politica inglese. Le notizie dal Regno Unito vedono una fronda di 40 deputati conservatori pronti a sfiduciare il premier Theresa May. Una possibile sfiducia del primo ministro getterebbe sicuramente caos sul pound, che potrebbe deprezzarsi nel prossimo periodo. Il primo livello di supporto è visto in area 1,3152 dollari.

EUR/YEN
Euro in rialzo sulla valuta giapponese scambia a 133,08 con una performance settimanale di quasi l'1%. Il primo livello di resistenza è visto in area 133,42. A fare da assist alla divisa unica sono le dichiarazioni del Presidente BCE, Mario Draghi: il banchiere nei suoi ultimi interventi ha delineato un quadro di bassi tassi di interesse e di forte crescita.
Altri Video