Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 6 Dicembre 2019, ore 07.20
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Per il prossimo anno scolastico ANIEF chiede un organico di diritto

È tempo di esami di maturità e Teleborsa ha incontrato Marcello Pacifico, presidente ANIEF al quale ha domandato quali saranno le disposizioni sugli organici per il prossimo anno.

"Un anno scolastico finisce e un nuovo anno scolastico ha inizio - per il Presidente Pacifico - però questa volta ANIEF chiede espressamente al Ministero, negli schemi di definizione degli organici per il personale docente, educativo ed ATA, di tenere conto di alcune variabili che non sono più prescindibili rispetto a dei problemi come quelli dell'utenza e quello dei migliori servizi per i cittadini".

"Primo tra tutti l'adeguamento dell'organico di fatto a l'organico di diritto -prosegue Pacifico - il che vuol dire che nella nostra scuola ci sono migliaia di posti che ogni anno purtroppo, pur essendo vacanti e disponibili, per ragioni di bilancio pubblico, di false ragioni di bilancio pubblico, non vengono dati in organico di diritto. Ciò significa che verrà nominato un supplente, significa il famoso "balletto delle cattedre" e il che comporta cattedre vuote anche a settembre".

"Tutto questo non va bene - insiste il presidente del giovane sindacato della scuola - non sono solo le cattedre, ma si tratta anche di posti lavoro del personale Ata a non esserci e anche del personale educativo. Per questo chiediamo al governo innanzitutto di avere rispetto anche per chi ha in famiglia bambini con un handicap certificato che si iscriveranno a scuola e per i quali si necessiterà di una maggiore attenzione se si vorrà garantire il diritto costituzionale all'istruzione".

"Chiediamo tanti posti in deroga che dovrebbero essere in organico di diritto - conclude il presidente ANIEF - posti per alcuni profili del personale ATA, mai attivati, e posti nell'infanzia, come per le sezioni primavera mai messo in organico. Chiediamo tutte queste cose per ripristinare un diritto, un diritto dei cittadini si a pagare le tasse ma anche ad avere dei servizi per la scuola dei propri figli".
Altri Video