Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 19 Febbraio 2018, ore 05.25
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Utilitalia parla di gestione dei rifiuti. Giacomelli: "Italia ha standard elevati, soprattutto al Nord"

La Federazione che riunisce le aziende operanti nei servizi pubblici all'evento Ecomondo per parlare di economia circolare. Giacomelli: "Non è importante solo la raccolta ma quanta parte dei rifiuti viene destinata al riciclaggio"

L'Italia ha standard elevati in materia di raccolta differenziata, anche se la situazione è a macchia di leopardo, con un Sud che resta un po' indietro. Resta poi il tema centrale del riciclaggio, dove il Nord si torva un passo avanti al resto del Paese.

Così Paolo Giacomelli, direttore Utilitalia, presente al salone dell’economia green Ecomondo, in corso di svolgimento alla Fiera di Rimini dal 7 novembre al 10 novembre 2017.

Giacomelli ricorda che l'Italia presenta standard elevati di raccolta differenziata, il 52% secondo gli ultimi dati Ispra, parlando poi di "una percentuale che in alcune aree del Nord è superiore a quella prevista per legge, il 65%".

"Nelle aree del nord si è consolidato un sistema di raccolta porta a porta che ha ottimi risultati, anche nelle regioni centrali ci sono esempi importanti. Quella che deve crescere è nelle regioni Sicilia, Calabria, Puglia dove è necessario incrementare la raccolta differenziata", afferma Giacomelli, ricordando però che "è importante non tanto la quantità di rifiuti raccolti, ma quanti vengono poi recuperati in termini di riciclaggio".


Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.