Giovedì 3 Dicembre 2020, ore 01.25
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cura Italia, primi emendamenti Anief per garantire avvio del prossimo anno scolastico

Pacifico: "Nell'ultimo decreto legge Cura Italia ci sono degli emendamenti molto importanti che riguardano un'emergenza che già il Governo aveva individuato nell'ottobre scorso"

Tra i vari emendamenti che Anief ha presentato in quinta commissione bilancio nell'ultimo decreto legge "Cura Italia" ci sono degli emendamenti molto importanti che riguardano un'emergenza che già il Governo aveva individuato nell'ottobre scorso, in autunno, quando aveva approvato quel decreto ribattezzato "Salva scuola" e quei concorsi.



E' un'emergenza che rimane in primavera perché questi concorsi sono stati bloccati. Chiediamo - afferma il presidente nazionale del sindacato della scuola, Marcello Pacifico - che per avviare il prossimo anno scolastico in maniera corretta si vada a rimediare a queste urgenze. "Capiamo che è un momento molto particolare, ma capiamo anche che bisogna ragionare in prospettiva. I concorsi saranno bloccati quindi il prossimo anno avremo il record di supplentite".

Riteniamo - afferma Pacifico - che "per fare funzionare la nostra scuola e per andare a ottemperare quello che ci dice l'Europa, sia quello di andare a stabilizzare i precari, attraverso procedure molto semplici. Come reclutarli dalle graduatorie d'istituto provinciali per esempio per il personale docente. Per il personale ATA dalla graduatoria 24 mesi. Basta individuare quali siano i posti vacanti e disponibili".

E poi - aggiunge il sindacalista - "è importante reclutare gli insegnanti di religione, i facenti funzioni dsga. Orma quasi uno 1 su 2 sta portando avanti anche il lavoro a distanza delle nostre scuole. Si trattano di provvedimenti di buon senso. I precari hanno risposto all'appello dello Stato: stanno facendo funzionare le nostre scuole. Ora tocca allo Stato andare a capire quali strumenti possa portare avanti e Anief in questo li ha individuati". Fondamentalmente - conclude Pacifico - "non andiamo a licenziare quelle maestre che in questo momento stanno garantendo a migliaia dei nostri figli l'insegnamento a distanza. C'è un provvedimento addirittura che sospende i licenziamenti piuttosto che sospenderli per queste maestre che hanno superato l'anno di prova bisognerebbe confermarle nei ruoli. Sono tutti i provvedimenti quindi molto importanti. Ci sono anche altri sull'eliminazione del contenzioso, approviamoli. In questo momento sono norme di urgenza che bisogna portare avanti per fare funzionare il prossimo anno scolastico nel migliore dei modi possibili".
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.