Facebook Pixel
Milano 12-apr
0 0,00%
Nasdaq 12-apr
18.003,49 -1,66%
Dow Jones 12-apr
37.983,24 -1,24%
Londra 12-apr
7.995,58 +0,91%
Francoforte 12-apr
17.930,32 -0,13%

PNRR: nuovo decreto in vista. Anief chiede soluzioni per la scuola

"Al vaglio del Governo, un nuovo Decreto PNRR. Questo perchè c'è bisogno di un aggiornamento sullo stato di funzionamento di quello che è stato fatto rispetto alle unità di missione, ma noi, come Anief, vorremmo anche che fosse rivalutato l'obiettivo, in particolare modo, gli obiettivi del personale della scuola. In primo luogo, vorremmo che il dimensionamento fosse rivisto. Il PNRR originariamente affermava di voler dare maggiore attenzione al territorio, invece, questo purtroppo si è tradotto con un taglio di 1000 scuole nel prossimo triennio, o meglio, sedi di presidenza. Questo noi lo riteniamo un passaggio da cambiare", ha dichiarato Marcello Pacifico, presidente Anief.

"Sul reclutamento, è vero, ci risaranno tre concorsi, e solo per l'ultimo di questi sono arrivate più di 500 mila domande. Però dall'esperienza che abbiamo avuto dagli ultimi concorsi, sono purtroppo aumentati i numeri del precariato. Ecco perché noi vorremmo un doppio canale di reclutamento con assunzione della prima e seconda fascia delle gps per poter assorbire il precariato. Certamente, vorremmo che i vincoli sulla mobilità fossero rimossi definitivamente, in quanto bisogna incentivare qualcuno a restare piuttosto che punirlo soprattutto se ha lavorato lontano da casa. Anzi bisognerebbe anche risarcirlo. Certamente, c'è il problema dell'organico del personale amministrativo da confermare o con soldi aggiuntivi o dislocati a questo per il PNRR, ma con certezza di bilancio e un rinnovo di tutto il personale anche in Agenda Sud oltre che il PNRR Ata fino a giugno. Veramente sono tante le cose che noi vorremo cambiare, quindi aspettiamo il testo del Governo e saremmo pronti a presentare le nostre proposte ai parlamentari, affinché possa essere migliorato", conclude Pacifico.
Condividi
"
Altri Video
```