Facebook Pixel
Lunedì 26 Luglio 2021, ore 01.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, Anief chiede modifiche sull'assunzione dei precari

Sul reclutamento dei precari è scontro, non solo fra i partiti di maggioranza, ma anche sulle soluzioni assunte, perché quanto previsto dal decreto Sostegni Bis non rispecchia quanto fatto con il Patto per la scuola. Quest'ultimo - ricorda Marcello Pacifico, Presidente del sindacato Anief - impegna tutti a trovare delle soluzioni condivise in un tavolo sul reclutamento da attivare presso il Ministero.



"Noi aspettiamo ancora questo tavolo", afferma il sindacalista, aggiungendo "siamo pronti a dare delle soluzioni concrete per avere tutti gli insegnanti il 1° settembre".

"Attualmente nel decreto Sostegni - ricorda Pacifico - si va ad assumere soltanto il personale di prima fascia inserito nelle Graduatorie per le Supplenze, cioè quello abilitato, specializzato, che conseguirà questo titolo entro il 31 Luglio prossimo, ma che deve avere almeno svolto più di tre anni di servizio nel sistema statale d'istruzione. Ciò significa che, si andrà a coprire solo una parte dei 100mila posti vacanti e disponibili, non risolvere il problema e ad escludere tutti quelli che insegnano nel sistema nazionale d'istruzione, tutti quelli che non hanno un servizio ma un titolo di abilitazione e tutti quelli che hanno un servizio e da anni insegnano nelle nostre scuole".

"Questa soluzione non può poi riguardare solo il prossimo anno, ma deve essere una soluzione che, come ci dice l'Europa, continuerà negli anni fin quando lo stato abuserà dei precari. Noi siamo pronti - afferma Pacifico - a dire queste cose al tavolo con il Ministro, ma anche nelle aule parlamentari: occorre che i precari siano ascoltati, occorre risolvere il problema del precariato".

Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.