Martedì 22 Settembre 2020, ore 22.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola riapre a settembre, Anief commenta il protocollo discusso al Ministero

Somministrazione dei test sierologici al personale scolastico e a campione agli alunni, sempre comunque su base volontaria, ma anche il rispetto di tutte le indicazioni necessarie per ripartire riducendo al minimo i rischi di contagio con un'attenzione particolare al distanziamento sociale. Questi i punti fermi emersi dalla bozza del protocollo d'intesa che, in prospettiva dell'avvio dell'anno scolastico, le cui lezioni riprenderanno per tutti il 14 settembre, ha visto un confronto tra il ministero dell'Istruzione e sindacati.

"Le organizzazioni sindacali si sono confrontate con il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina in merito al nuovo protocollo di sicurezza per aprire le scuole a settembre. È un protocollo che, alla luce dell'introduzione delle nuove norme, – ha commentato il presidente nazionale Anief, Marcello Pacifico – dà delle indicazioni precise rispetto alle linee guida del Comitato tecnico-scientifico pubblicate nei giorni scorsi e vuole essere coerente anche con le ordinanze ministeriali relative al percorso 0-6 e all'incremento degli organici necessario per affrontare il tema del rischio contagio in maniera più sicura sia per gli studenti che per i lavoratori".

Sul fronte dei test Pacifico ha spiegato che "tutto il personale potrà, in maniera volontaria, essere sottoposto a un test diagnostico prima dell'inizio della scuola ed entro la prima settimana di settembre. Inoltre saranno effettuati, sempre in maniera volontaria, dei test a campione anche agli studenti". La somministrazione dovrebbe partire dalla seconda metà di agosto in tutte le scuole che cominceranno il 1 settembre le attività di recupero degli apprendimenti mentre, in tutte le altre scuole, si cominceranno i test il 1 settembre. In caso di test sierologico positivo l'assenza del personale a scuola sarà assimilata alla quarantena, con le tutele del caso.

Altro tema centrale è quello dei banchi. Il Commissario straordinario per l'Emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, ha indetto una Gara pubblica, un bando europeo, che dovrebbe garantire la consegna di un massimo di 3 milioni di banchi di tipo moderno entro l'inizio delle lezioni. "Il commissario Arcuri – ha affermato Pacifico – dovrebbe dotare le scuole dei banchi monoposto e di tutte quelle attrezzature che sono state ordinate dai dirigenti scolatici per cercare di mantenere il più possibile il distanziamento sociale imposto dal Comitato tecnico-scientifico. Il rispetto di queste norme è importante e ha portato a collocare l'Italia come ultimo Paese per numero di contagi negli ultimi 4 giorni. Per la prima volta un primato positivo anche se siamo in fondo alla classifica".

In vista della riapertura delle scuole l'appello del presidente dell'Anief è, inoltre, quello di prestare attenzione e rispettare le misure di sicurezza durante le vacanze estive perché "la prevenzione è la prima arma che abbiamo per evitare un nuovo lockdown".
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.