Facebook Pixel
Domenica 19 Settembre 2021, ore 09.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Dirigenti scolastici neo assunti alla terza scuola estiva dell'UDIR

"Ha preso il via oggi la terza scuola estiva promossa dal sindacato Udir. Una scuola di formazione per i dirigenti neo assunti ma anche di aggiornamento professionale per tutti gli altri dirigenti". È quanto annuncia presidente del sindacato Udir, Marcello Pacifico.

"Relatori d’eccezione – sottolinea Pacifico – si alterneranno per dare preziosi consigli su come dirigere le scuole nei primi trenta giorni, fondamentali per avviare nel migliore dei modi l'anno scolastico. Saranno affrontate tutte le tematiche e le problematiche principali legate alla gestione della scuola al tempo del Covid-19 e delle riforme e dei fondi legati al Pnrr. Verrà dato risalto alle responsabilità civili, amministrative, penali in tema di sicurezza e saranno fornite informazioni sulla tutela legale e assicurativa, sui servizi di assistenza fiscale e di patronato con un focus sul contratto dell’area della dirigenza". Tra i temi affrontati anche adempimenti, scadenze e strategie. Scopo dell'evento è, infatti, quello di formare i futuri dirigenti scolastici nella gestione delle scuole autonome in un momento particolarmente delicato della storia del Paese che – come evidenzia Pacifico – "pone diverse sfide".

"Dopo due anni ancora una volta Udir – afferma il leader del sindacato – sta difendendo i posti dei dirigenti scolastici. Se due anni fa l'apertura della scuola in presenza a Tivoli è stata accompagnata dall'annuncio della sospensione della sentenza negativa del Tar del Lazio che avrebbe annullato il concorso da dirigente scolastico, oggi Udir sta organizzando un ricorso ad opponendum verso la richiesta di recusatio delle sentenze positive ottenute da Udir in Consiglio di Stato che hanno permesso agli immessi in ruolo in questi due anni di prendere più di duemila sedi di presidenza. Questo è molto importante perché Udir ancora una volta è dalla parte di chi ha vinto i nuovi concorsi così come continua a sostenere tutti i dirigenti. Quello del dirigente è oggi, al tempo del Pnrr, un ruolo ancora più importante. Arrivano nuovi fondi dal Governo, nuovi fondi europei da poter utilizzare, ma anche nuove responsabilità per i dirigenti, soprattutto sul fronte della sicurezza. Su questo fronte Udir sta facendo sentire la propria voce nell'ambito dei tavoli istituzionali sottolineando, ad esempio, la necessità di rivedere il Dvr, il Documento di Valutazione Rischi, così come i criteri per l'assicurazione professionale non solo in termini di responsabilità dei dirigenti ma anche del personale scolastico e delle scuole perché al tempo del Covid i rischi sono maggiori".

Tracciando lo scenario attuale della professione Pacifico rileva il taglio delle risorse per i dirigenti scolastici, stimato dal sindacalista in circa 5mila euro annui (questione sulla quale Udir sta preparando un ricorso). Ancora, stando ai dati riportati da Pacifico, quest'anno "a fronte di oltre 230 pensionamenti ci sono solo 400 immissioni in ruolo di dirigenti scolastici autorizzate". Per il leader del sindacato "in questo momento ci dovrebbero essere il doppio delle immissioni in ruolo previste. Se questi numeri saranno confermati – annuncia il presidente dell'Udir – "presenteremo un ricorso gratuito per tutti i nostri iscritti con l'obiettivo di dare a ogni scuola un dirigente scolastico. Basta reggenze".










Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.