Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 16 Ottobre 2018, ore 10.05
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pronti i ricorsi contro il nuovo contratto della scuola

"Dal 3 aprile sono disponibili le funzioni per presentare le domande di mobilità e purtroppo però il contratto riprende alcune parti dichiarate illegittime già dai Tribunali del lavoro rispetto al contratto precedente" così Marcello Pacifico, presidente del sindacato Anief oggi a Roma, ha rilasciato un'itervista a Teleborsa a margine di un seminario sulla legislazione scolastica, che da mesi lo vede impegnato in un tour di tutta la penisola.

Le parti alle quali fa riferimento il presidente Pacifico sono "sicuramente quelle sul blocco quinquennale sul sostegno, continua a non essere valutato il servizio pre-ruolo, quando tutti i tribuni del Lavoro dicono che giustamente in applicazione della direttiva comunitaria numero 70 del'99, il servizio a tempo determinato ha parità di trattamento così come il servizio tempo indeterminato, quindi consigliamo a tutti di presentare domanda eventualmente per i passaggi di ruolo o per i trasferimenti".

"Purtroppo - fa sapere il presidente del sindacato della scuola - nelle graduatorie interne d'istituto continua a essere valutato parzialmente il servizio pre-ruolo, una cosa incredibile; per i trasferimenti interprovinciali vale ma non vale per individuare i soprannumerari e anche perché si applica un meccanismo, quello della ricostruzione di carriera, con la valutazione per intero dei primi 4 anni e poi la riduzione di un terzo degli altri anni, che sono stati dichiarati anche questi illegittimi dopo la sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione del 7 novembre 2016. Per quasto consigliamo anche qui ai colleghi, come hanno ricorso lo scorso anno, di aderire a questi ricorsi perché purtroppo i sindacati confederali che hanno firmato, non hanno recepito la giurisprudenza cioè la legge".

Anche a proposito del servizio prestato nella scuola paritaria, il quale non viene ancora valutato il presidente Pacifico sostiene "incredibile, dal 2000 appartengono al servizio nazionale dell'istruzione, questo servizio vale per essere assunto per scorrimento delle graduatorie di esaurimento ma una volta entrati di ruolo non vale più, neanche nella mobilità, nonostante anche qui i Tribunali del lavoro abbiano detto che si tratta di un servizio il quale deve essere valutato a tutti gli effetti. Tutto questo ci porta come ANIEF a denunciare, nuovamente questo contratto sulla mobilità e per questo abbiamo previsto un'apertura straordinaria degli sportelli in tutta Italia per offrire consulenza e chiediamo solo giustizia".


Altri Video