Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 24 Febbraio 2020, ore 22.29
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Anief al Miur per risolvere problemi: stipendi, precari, università, Afam

"Anche sotto le feste l'Anief è sempre presente al Ministero per incontrare il capo dipartimento Palumbi, i direttori generali Greco e Melina per parlare sempre di scuola, università, ricerca e Afam" dichiara Maecello Pacifico, presidente Anief, in un'intervista rilasciata a Teleborsa.

"Abbiamo chiesto - prosegue il presidente Pacifico - dopo la certificazione della rappresentatività dal 19 novembre di essere ufficialmente chiamati ad ogni incontro su tutti gli argomenti che riguardi la scuola. Non riteniamo validi gli articoli del contratto nazionale che ci vorrebbero escludere dalla contrattazione integrativa, e tuttavia, al di là della contrattazione integrativa, ci sono tante materie da poter discutere ai tavoli per migliorare la scuola".

"Ci sono problemi che riguardano i diplomati magistrali, problemi riguardanti la mobilità anche per il personale di ruolo, il reclutamento del personale ATA, tantissimi problemi che non possono prescindere da uno che riguarda un pò tutti questi aumenti degli stipendi che ancora ad oggi con le risorse stanziate nella legge di stabilità sono insufficienti e sono insufficienti anche rispetto a quello che ci dice l'Europa - spiega il presidente Anief che prosegue - ancora una volta rimane la precarietà, il decreto salva precari non ci convince abbiamo cercato di emendarlo e sembra ormai sempre più chiaro che il testo che si appresta a diventare legge, non risolverà i problemi della supplentite anzi genererà nuove graduatorie da cui assumere i precari, escludendone ancora migliaia che ogni giorno portano avanti le nostre scuole".

"Stessa cosa riguarda il mondo dell'università dell'Afam, della ricerca e siamo pronti quindi a portare avanti le nostre le rimostranze che derivano da anni e anni di studi, da battaglie giuridiche nei tavoli dell'amministrazione affinché si eviti, che siano i tribunali ancora una volta a decidere le sorti della scuola e che invece la politica si responsabilizzi e per una volta faccia delle cose giuste. Questo è un nostro impegno, le delegazioni dell'Anief quindi saranno sempre pronte a trattare con l'amministrazione per migliorare i diritti dei lavoratori della scuola dell'università della ricerca dell'Afam" conclude il presidente Pacifico.
Altri Video