Facebook Pixel
Milano 17:35
33.707,21 -0,38%
Nasdaq 22:00
19.701,13 +1,16%
Dow Jones 22:01
39.112,16 -0,76%
Londra 17:35
8.247,79 -0,41%
Francoforte 17:35
18.177,62 -0,81%

Scuola: il salario accessorio (RDP-CIA) va riconosciuto ai precari, assegni da 80 a 300 euro al mese

"Il salario accessorio è un elemento costitutivo dello stipendio e, secondo i giudici di Cassazione, che si sono espressi ancora una volta su un ricorso presentato da ANIEF, questo salario accessorio spetta anche ai supplenti brevi e saltuari". E' quanto ribadisce Marcello Pacifico, Presidente del giovane sindacato della scuola ANIEF.

"E' una voce dello stipendio che varia dagli 80 ai 300 euro mensili - ricorda il leader di ANIEF - a seconda se si è ATA o docente ed in base anche ai livelli di anzianità come docente ed alle qualifiche come ATA".

"Si tratta di una voce che, purtroppo, i supplenti brevi e saltuari, cioè tutti coloro che fanno i supplenti nelle nostre scuole al 30 giugno o al 31 agosto, non hanno ricevuto negli anni passati", ha ricordato Pacifico, spiegando che "bisogna sicuramente interrompere i termini di prescrizione, inviando una diffida, e bisogna immediatamente ricorrere per farsi restituire questi soldi, che a volte possono superare i 3000 euro annui e quindi arrivare a superare, negli ultimi 5 anni, la cifra di 15.000 euro"-.

"E' importante richiederlo nel rispetto della direttive europee, delle sentenze della Corte di Giustizia e della Cassazione che si è espressa ancora una volta sul tema. - spiega il sindacalista - ANIEF è dalla parte di chi lavora come precario nella scuola italiana. Bisogna andare nel sito ANIEF (www.anief.org/ricorsi) e cercare la voce RPD - retribuzione professionale docenti o CIA - contributo individuale accessorio, per iniziare tutte quelle attività con i nostri legali convenzionati ed aderire ai ricorsi".

Condividi
"
Altri Video
```