Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Venerdì 20 Ottobre 2017, ore 07.11
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Anief, immissione in ruolo il grande bluff della Buona Scuola

"Il gran numero di immissioni in ruolo deciso dal governo, si è trattato di una grande bolla di sapone – così Marcello Pacifico, presidente ANIEF, in un’intervista – infatti saranno forse 5000 le immissioni in ruolo in più per l’anno prossimo sempre e solo per il personale docente e non per quello ATA per cui proseguiranno i ricorsi in tribunale, e comunque rimane un problema, quello dei 100 mila precari docenti che sono chiamati ogni anno, altri 40 mila ATA, e senza che le graduatorie si possano esaurire".

Spiega infatti il presidente ANIEF che le graduatorie ad esaurimento sono state nuovamente prorogate da un provvedimento del governo. "Ciò significa che là dove vi sono degli abilitati non ci sono posti di lavoro perché non si consente a chi è abilitato nella graduatoria ad esaurimento di cercare lavoro dove mancano gli insegnanti per svolgere questo mestiere".

"La stessa cosa avviene perché queste graduatorie dette ad esaurimento, non consentono nuovi inserimenti nonostante il parlamento in questi ultimi anni abbia pensato di aprire le graduatorie, nel 2008 e nel 2012- dice Pacifico – abbiamo bisogno di tanti insegnanti in tante regioni del paese, tutto ciò non avviene ed ecco perché l’ANIEF farà due tipi di ricorsi: uno per il personale già inserito in GAE, affinché possa cambiare provincia, possa aggiornare il proprio punteggio e un altro per il personale che si voglia inserire avendo pieno titolo perché abilitato come tutti gli altri”.
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.