Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 30 Maggio 2020, ore 14.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, concorsi rinviati per due mesi. Sono a rischio le assunzioni

"Concorsi rinviati ma le selezioni devono essere fatte". Così Marcello Pacifico, Presidente del sindacato della scuola Anief in una intervista rilasciata a Teleborsa sul problema dei concorsi dei docenti e dell'assunzione dei precari.

"E' importante anche per far ripartire il prossimo anno scolastico", ha detto il sindacalista, spiegando che 1 su 6 docenti e ATA in questo momento, attraverso la didattica a distanza ed attraverso il lavoro agile, sta cercando di garantire il diritto d'istruzione. "Un po' come tutti quanti gli italiani che stanno cercando di reagire a questa situazione emergenziale, che limita persino i movimenti personali", sottolinea.

"Il prossimo anno scolastico, la scuola italiana non potrà avere il record di supplentite di 250 mila fra docenti e precari", afferma Pacifico, indicando il cammino da percorrere: "Le soluzioni sono semplicissime, andare innanzi tutto ad attuare un piano straordinario per coprire tutti i posti vacanti, assumendo tutti i precari che da anni portano avanti didattica nelle scuole. Lo si può fare attraverso le graduatorie esistenti, non c'è bisogno di inventarsi altri canali, ed attraverso dei corsi abilitanti che, anche per via telematica, prendano atto e diano competenza ai nostri insegnanti ed ai nostri ATA, che devono essere assunti al pari dei lavoratori socialmente utili".

"E' importante un segno minimo di riconoscimento e di fiducia verso chi in questo momento sta portando avanti la nostra scuola da casa, dal proprio domicilio, a distanza. Ed è importante anche non licenziare e confermare nei ruoli tutti coloro che hanno superato l'anno di prova".

"Quanto ci sono queste emergenze - conclude il Presidente di Anief - bisogna rispondere in maniera puntuale, straordinaria, ma rendendo merito a chi cerca di garantire il diritto d'istruzione ai nostri studenti".
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.